Via Santa Chiara, 9 - Crema (CR)
Intervista a
Donato Stanca
Gei_Stanca_01

I distributori nel mercato dell’energia, tra garanzie per gli utenti, aspetti associativi e innovazione

GEI Spa si occupa della distribuzione del gas naturale in diverse aree nel Nord Italia e, tra i suoi compiti, c’è anche quello di monitorare la rete di distribuzione e assicurarsi che il servizio sia sempre erogato, intervenendo in caso di malfunzionamenti. Il mondo dell’energia è regolato da diverse leggi, ci sono molteplici attori che entrano in gioco e sono tanti i cambiamenti che si vivono ogni anno. Per approfondire il tema, abbiamo intervistato l’Ing. Stanga, AD di GEI Spa, che ci racconta in modo più dettagliato la realtà di GEI.

GEI Spa sta lanciando una nuova immagine con l’headline “Insieme, sicuri”. Ci vuole parlare del significato che ha per voi questo slogan?

Soprattutto in questi giorni, data la situazione complessa e difficile che stiamo vivendo, penso che “Insieme, sicuri”, slogan che compare anche nel nuovo sito, assuma un significato davvero particolare. Innanzitutto va sottolineato che un’azienda come la nostra, che si occupa della distribuzione del gas naturale, si impegna ogni giorno per il soddisfacimento di un fabbisogno primario delle famiglie e delle aziende del territorio. Per noi è fondamentale riuscire a garantire la continuità del servizio pubblico, impegnandoci al contempo nell’infondere tranquillità e sicurezza. Proprio questo, secondo noi, è il significato di “Insieme, sicuri”: la GEI riesce ad essere una garanzia per i suoi clienti, assicurando la continuità nell’approvvigionamento del gas in assoluta sicurezza. Tutto ciò è possibile grazie al lavoro di tutti i nostri collaboratori, siano essi in ufficio piuttosto che sul territorio, e a un servizio di call center operativo 24 ore su 24 e per 365 giorni all’anno. È in questo modo che riusciamo ad essere sempre a disposizione dei clienti finali, fornendo il nostro servizio a circa 150 mila, tra famiglie ed aziende. Vorrei, quindi, cogliere l’occasione per ringraziare tutti miei ragazzi e ragazze che si stanno impegnando al massimo per garantire la continuità e la sicurezza di questo servizio essenziale, anche in questi giorni, in totale rispetto delle direttive dei vari Dpcm e ordinanze regionali.

il significato di “Insieme, sicuri”: la GEI riesce ad essere una garanzia per i suoi clienti, assicurando la continuità nell’approvvigionamento del gas in assoluta sicurezza

cosa significa per voi essere parte di un gruppo focalizzato nell’energia?

Crediamo che appartenere ad un gruppo sia come far parte di una famiglia, che quest’anno, tra l’altro, compie 70 anni. È proprio con questa famiglia che abbiamo condiviso, pur nel rispetto delle norme di unbundling funzionale proprie del settore, un importante percorso di crescita, vedendo, anno dopo anno, l’arrivo di nuove aree di business oltre alla nostra, come l’illuminazione pubblica, l’efficientamento energetico e la produzione da fonti rinnovabili.

Noi di GEI ci rendiamo conto che i risultati che possiamo vantare oggi, sono stati raggiunti anche perché non siamo soli, ma abbiamo sempre potuto contare sul supporto del gruppo, sulla sua indiscutibile stabilità finanziaria, sulle sinergie derivanti dalle funzioni di staff. Ma è soprattutto grazie alla collaborazione e alla condivisione delle competenze e della professionalità dei singoli, che diventano un insieme, che oggi GEI è una delle primarie realtà private che si occupano della distribuzione del gas. Siamo distributori di gas naturale in 92 comuni italiani e assicuriamo, grazie ai nostri 68 dipendenti, la sicurezza e l’affidabilità di un sistema distributivo costituito da 52 cabine primarie, da 1000 gruppi di riduzione della pressione, da oltre 2600 km di rete e da circa 150mila punti di riconsegna finale.

Il mercato dell’energia è un settore regolato da un’Autorità Pubblica. Quanto è importante l’aspetto politico e associativo della vostra attività?

Il settore dell’energia è nel suo complesso un settore strategico nazionale e quello della distribuzione del gas è poi regolato anche dall’ARERA. A ciò, si aggiunge che i distributori locali oggi presenti sul territorio nazionale sono circa 200 ed è quindi logico che per essere ascoltati, non possono essere voci singole, ma è necessario che si ricorra ad una forma associativa, in modo da far valere la propria opinione nel panorama energetico nazionale.

Inoltre, l’Associazione è anche un luogo di confronto e di crescita professionale, dove le diverse esperienze personali e aziendali creano dibattiti costruttivi per una corretta e condivisa applicazione delle norme, di per sé complesse a causa della stessa natura del settore, che vede la filiera gas suddivisa su diversi attori.

Ciò che per GEI è importante è, dunque, essere elemento rappresentativo all’interno dell’Associazione di appartenenza Anigas, che per altro è quella che associa i maggiori distributori nazionali. Ebbene, possiamo dire con soddisfazione che molti di noi partecipano attivamente alla vita associativa, apportando la propria professionalità e competenza. Inoltre, possiamo contare su alcune nostre risorse interne presenti nelle ristrette rappresentanze associative delegate ad incontrare le Autorità e, grazie a loro, possiamo svolgere un’efficace azione di definizione delle logiche di sviluppo del settore, nel rispetto del nostro ruolo di operatori e con uno spirito di costruttiva proposizione.

Ciò che per GEI è importante è, dunque, essere elemento rappresentativo all’interno dell’Associazione di appartenenza Anigas, che per altro è quella che associa i maggiori distributori nazionali.

Il mercato dell’energia è in una fase di forte evoluzione. Come affrontate le nuove sfide? Qual è il ruolo dell’innovazione in azienda?

L’innovazione, che noi intendiamo a 360°, è sicuramente una forza trainante per un’azienda come la nostra. È proprio grazie all’innovazione, anche di processo, che un’azienda di medie dimensioni come la nostra può essere competitiva con i grandi players nazionali. Ci siamo dotati di software performanti, delle migliori apparecchiature e di sistemi d’avanguardia che ci permettono di coniugare sicurezza, efficienza ed efficacia con economicità e sostenibilità ambientale del servizio. Entrando nel dettaglio, per favorire economicità gestionale e salvaguardia ambientale, i nostri impianti oggi sono dotati di:

  • 600 stazioni di telecontrollo della protezione catodica applicata alle nostre reti in acciaio
  • 150 stazioni di telecontrollo della funzionalità di tutte le nostre Cabine Primarie e dei principali Gruppi di riduzione della pressione
  • 250 controlli remoti della pressione posti lungo le nostre condotte
  • 60 stazioni di telecontrollo del dosaggio di odorizzante

Inoltre, i nostri operatori utilizzano devices connessi in real-time con i server centrali, dove abbiamo installato software gestionali altamente performanti, che hanno il compito di sovraintendere il processo di Work Force Management, ottimizzando l’impiego delle risorse, e il processo di acquisizione ed elaborazione dei dati gestionali e manutentivi, permettendo la manutenzione predittiva. Le circostanze di emergenza attuali, hanno messo in evidenza l’efficacia di questi sistemi, in quanto siamo riusciti ad essere operativi a distanza con lo smart working in un solo giorno.

A fianco dell’innovazione relativa ai processi gestionali dell’azienda, possiamo parlare anche di un altro tipo di innovazione, che guarda al futuro e che mi piace chiamare “delle idee”. All’interno del nostro Gruppo è partito il “Laboratorio delle idee”, un programma di innovazione gestito da un team specialistico, che raccoglie e valuta le idee che provengono da tutti i collaboratori, per poi confrontarsi sia con il mercato, che con le aziende del Gruppo. Lavoriamo anche nelle Open-Innovation, tanto che come Gruppo stiamo per lanciare la seconda edizione di Innovation 2 Live. Si tratta di una Call 4 Startup lanciata in collaborazione con il gruppo Digital 360, che quest’anno avrà il compito di cercare soluzioni innovative nel vasto mondo dell’energia, con uno sguardo particolare rivolto alla sostenibilità ambientale.

ALTRI FOCUS ON

Dall’accensione delle lampade pubbliche ai chatbot: come è cambiata l’azienda di distribuzione del gas

Il mercato del gas è ormai maturo, ma le sfide che GEI e gli altri operatori del settore devono affrontare sono ancora molte.

Il Laboratorio delle Idee: Come l’innovazione interna nasce in GEI

Il laboratorio delle idee è uno spazio ormai attivo in azienda da diversi mesi, dove ognuno può farsi promotore di un’idea innovativa.